Ernest Henry Shackleton: 1874 - 1922

La terza spedizione in Antartico dell'esploratore anglo-irlandese Ernest Shackleton è una delle avventure più incredibili mai effettuate.

Nel 1915, dopo che la sua nave Endurance rimase intrappolata nei ghiacci del pack, Shackleton e il suo equipaggio raggiunsero un aspro scoglio disabitato chiamato Elephant Island a bordo di tre imbarcazioni non cabinate.

shackleton
Royal Geographical Society Photo

Da qui, Shackleton e cinque uomini partirono in una piccola scialuppa di salvataggio, con una zavorra costituita da massi e attraversarono 1300 km di oceano spazzato dalle bufere fino all'isola della Georgia del Sud, dove si trovava una stazione di balenieri.

Dopo l'approdo sul lato 'sbagliato' dell'isola, Shackleton e due compagni attraversarono 42 km di montagne e ghiacciai in pieno inverno (la Traversata di Shackleton), giungendo alla stazione dopo 36 ore di cammino.

Con l'aiuto del personale della stazione, gli altri tre uomini furono recuperati; in seguito, furono salvati gli uomini rimasti su Elephant Island. Non perì nemmeno uno dei componenti della spedizione.

Shackleton morì d'infarto nel tentativo di circumnavigare il continente antartico. La sua tomba si trova sull'isola.

 

[articolo tratto dalla rivista Harken Bearings 2008 per gentile concessione di Harken Yacht Equipments]

Approfondimenti: scopri Ernest Shackleton su Wikipedia

 

 

Ti informiamo che questo sito utilizza dei cookies necessari al suo corretto funzionamento.  Con riferimento al provvedimento "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie – 8 maggio 2014" (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), si descrivono in maniera specifica e analitica le caratteristiche e le finalità dei cookie installati su questo sito indicando anche le modalità per selezionare/deselezionare i singoli cookie.